CNA Firenze

Menů di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

giovedě, 21 settembre 2017

Corsi gratuiti di Design e Prototipazione per Odontotecnici

18/9/2017

Sophia,l’agenzia formativa accreditata del sistema CNA, propone una serie di percorsi formativi gratuiti al fine di rafforzare la competitività delle ...

 

Corso per Addetti alla Conduzione di Impianti Termici superiori a 232 KW

14/9/2017

Sophia, l’agenzia formativa accreditata del sistema CNA, organizza una nuova edizione del corso per il conseguimento del patentino che abilita ...

 

Il work life balance in Italia: esperienze a confronto

14/9/2017

L’Università “La Sapienza” e l’Università “Tor Vergata” di Roma, in collaborazione con CNA Impresa Donna - Confederazione Nazionale dell'Artigianato e ...

 

ECONOMIA CIRCOLARE: Percorso di formazione e sperimentazione di azioni per migliorare la circolarità delle imprese toscane

14/9/2017

Il concetto di economia circolare ha iniziato a svilupparsi in risposta alla crisi del modello “lineare” tradizionale, dovuta alla necessità ...

 

SAN.ARTI 2018: RINNOVO ISCRIZIONI, NUOVE ISCRIZIONI E PAGAMENTO ENTRO IL 15 DICEMBRE 2017

14/9/2017

Si è riaperta la possibilità di iscriversi al Fondo San.Arti, fino al 15 dicembre 2017, per i familiari dei lavoratori ...

 

11/06/2016

La moda oltre la moda. L'artigiana che forma e premia i giovani stilisti

pola cecchi

 

E’ cresciuta tra sartorie e sfilate di alta moda. Tra una mamma stilista e un fratello architetto, “entrambi geniali”, di cui ora gestisce e tramanda le imprese, in un’ottica rigorosamente artigianale, fatta di pezzi unici, tessuti pregiati, modelli ideati per un cliente alla volta, senza bisogno di troppa pubblicità. “La mia è la moda che va oltre la moda”, spiega Pola Cecchi, signora tenace, capace di reinventarsi ad ogni piega della vita, fino a laurearsi in Economia e Commercio all’età di 67 anni. “Ho dovuto ristudiare la matematica delle medie – racconta divertita - ma mi sono tolta un peso che portavo da 40 anni”.

Pola inizia presto a lavorare e viaggiare: “Avevo 15 anni e con mio fratello Francesco – ricorda - giravamo l’Italia per vendere i vestiti di nostra madre. A quei tempi realizzavamo cinque collezioni l’anno, con mamma andavo a tutte le sfilate, io ero l’addetta ai ricami. Poi nel tempo ho iniziato a occuparmi di contabilità, gestivo le lavoranti, fino alla parte amministrativa e produttiva dell’azienda”. La Maison GiulaCarla Cecchi, dal nome della madre, i cui vestiti, delle vere opere d’arte, sono oggi conservati alla Galleria del Costume di Firenze.

“Mio fratello, invece, disegnava case, interni, persino i piatti. Un giorno mi innamorai di un suo divano e mandai la foto ad un concorso a Trieste. Vinse il primo premio e il premio speciale Griffe nascente. Da allora, accanto ai modelli dei vestiti, in giro per il mondo, portai anche le sue creazioni. Tornavo ogni volta con ordini e alla fine dovette aprire una ditta, la Most di Francesco Cecchi, oggi Studio Most”.

Nel 1990 il fratello di Pola scompare a 49 anni in un incidente. Da allora è lei che porta avanti l’impresa, insieme alla Maison. “La clientela, in fondo, è molto simile – spiega – fatta di persone che non cercano un vestito solo per coprirsi o una casa solo per viverci, ma per avere un biglietto da visita vincente”.

 

(Notizia consultata 376 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento