CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

mercoledė, 24 gennaio 2018

Ristrutturazioni: tutte le opportunità che CNA riserva a cittadini ed imprese edili

23/1/2018

Prestiti agevolati per coloro che intendono ristrutturare la propria casa e godere delle relative agevolazioni fiscali. È ciò che prevede ...

 

SABRINA AGNOLINI

22/1/2018

Consulenza Appalti
Via R. Sernesi, 9 - Scandicci (FI)
Cell. 347 3886113 - tel. 055 2579215 - fax 055 6288494
agnolinisabrina@gmail.com - www.assaconsulenzeappalti.it ...

 

Bando NEW ONE OmA: contributi a fondo perduto per imprese artigiane ed esercizi dei centri storici di Firenze Arezzo e Grosseto. Domande entro il 15 giugno 2018

18/1/2018

Il bando NEW ONE è volto ad incentivare:

• processi di miglioramento delle capacità produttive delle aziende artigiane di Firenze, Arezzo ...

 

Controllo delle apparecchiature estetiche: nuove linee guida. Lunedì 19 febbraio 2018

18/1/2018

Lunedì 19 febbraio alle ore 15 si terrà l'incontro sulle "Nuove linee guida per il controllo delle apparecchiature ...

 

NEWS AEROPORTO: tariffe parcheggi agevolate

18/1/2018

Gli autotrasportatori che operano sullo scalo di Firenze possono registrarsi allo stesso per potere usufruire dei seguenti vantaggi:

- Parcheggio P1 ...

 

03/01/2018

DAL 1 GENNAIO BUSTE IN PLATICA A PAGAMENTO. ECCO TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

biopshopper

 

Dal 1 gennaio 2018 è in vigore per tutti, grande distribuzione e piccoli negozi, l’obbligo di utilizzo di buste in plastica biodegradabili e compostabili al posto dei sacchetti di plastica leggeri e ultraleggeri utilizzati fino alla fine del 2017 per imbustare alimenti come frutta, verdura, prodotti di gastronomia e panetteria, carne, pesce e affettati.

La nuova disciplina, introdotta dalla conversione del cosiddetto "Decreto crescita mezzogiorno", abroga così le disposizioni precedenti sulla commercializzazione delle borse di plastica (tutte quelle realizzate con polimeri, con o senza manici, fornite ai consumatori per il trasporto di merci o prodotti) e si pone l’obiettivo di disincentivarne l’uso da parte dei consumatori a maggiore tutela e salvaguardia dell’ambiente. I nuovi sacchetti, infatti, dovranno essere fatti pagare al cliente ed il loro prezzo di vendita dovrà risultare dallo scontrino o dalla fattura dei prodotti trasportati. La normativa nulla dice rispetto al prezzo di vendita, un prezzo congruo è comunque stimabile tra 1 e 3 centesimi. Gli esercizi dovranno pertanto aggiornare i registratori di cassa con questa nuova voce.

Sono interessate dalle novità le attività di produzione delle borse di plastica, che dovranno essere realizzate secondo la normativa vigente; le attività di commercio all’ingrosso e/o all’utente finale che dovranno accertarsi di fornire borse in plastica conformi; le attività artigianali/industriali con vendita al cliente di merci e prodotti se forniscono anche le borse per il trasporto dei beni.

La normativa non prevede alcun periodo di transizione per la commercializzazione di eventuali scorte di sacchetti non rispondenti ai requisiti in vigore dal 1 gennaio.

Pesanti le conseguenze per chi non rispetta le nuove regole: da 2.500 a 25mila euro di sanzione amministrativa, elevabile a 100mila in caso la violazione riguardi ingenti quantitativi di borse di plastica o un valore di queste ultime superiore al 10 per cento del fatturato del trasgressore.

Nulla cambia relativamente alla commercializzazione di sacchetti di plastica leggeri con manici e riutilizzabili, sia per generi alimentari che non alimentari e rispondenti alle caratteristiche della disciplina comunitaria già in vigore dal 2011.

Anche per questa tipologia di sacchetti naturalmente vige l’obbligo per l’esercente del pagamento che deve essere visibile su scontrino o fattura.

Ricordiamo che la normativa prevede per i produttori di buste in plastica l’obbligo di apporre sulla busta stessa i riferimenti normativi di conformità alla disciplina comunitaria nonché tutte le informazioni ai consumatori sull'impatto che queste hanno sull'ambiente.

COME RICONOSCERE I SACCHETTI CONFORMI (formato PDF - dimensione 391 Kb)

CARTELLO DA ESPORRE PER INFORMARE I CLIENTI (formato PDF - dimensione 343 Kb)

 

(Notizia consultata 374 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento