CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

mercoledė, 16 aprile 2014

Tari: un balzello che costa 2 miliardi. Rete Imprese Italia chiede di sopprimere la doppia imposizione che grava sulle imprese per lo smaltimento dei rifiuti speciali

15/4/2014

Intervenire immediatamente per evitare alle imprese l’aggravio della doppia imposizione sullo smaltimento dei rifiuti speciali. A chiederlo al Governo ...

 

Installatori: il Presidente Pagliarani scrive ai soci

14/4/2014

A distanza di un anno dalla sua elezione,il Presidente CNA Installazione e Impianti Firenze, Paolo Pagliarani ha deciso di scrivere ...

 

Incontro di aggiornamento per le imprese del settore termoidraulico. Firenze, martedì 15 aprile

14/4/2014

Per presentare i dettagli del protocollo sostituzione caldaie siglato con il Comune di Firenze e fare il punto su alcuni ...

 

Recupero delle accise sui carburanti per le imprese con mezzi per il trasporto in conto proprio

10/4/2014

Le aziende dei settori costruzioni, installazione e impianti in possesso di mezzi per il trasporto di merce ...

 

Il settore costruzioni in Toscana: tra crisi e prospettive di rilancio. Prato,mercoledì 16 aprile

10/4/2014

Mercoledì 16 aprile, nella sede della CNA di Prato (via A. Zarini 350/c ), si svolgerà l’iniziativa organizzata da CNA ...

 

23/03/2012

Sistri : Rete Imprese Italia chiede la soppressione del contributo 2012

Sistri

 

In una lettera inviata al Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, Rete Imprese Italia ha chiesto che le imprese siano sollevate dall’obbligo di pagare il contributo annuale per il Sistri, la cui scadenza è fissata al 30 Aprile prossimo.

Secondo Rete Imprese Italia, i continui rinvii dell’operatività stabiliti trimestralmente nel corso degli ultimi due anni testimoniano la necessità di rivisitare completamente l’intero progetto Sistri.

Tra il 2010 e il 2011, le imprese hanno già versato settanta milioni di euro, senza averne alcun ritorno. Tutto ciò fa percepire come una ingiustificata vessazione il pagamento del contributo per l’anno 2012.

In periodi di profonda difficoltà economica come quello attuale - sostiene Rete Imprese italia - l’obbligo di nuovi versamenti, ad avviso di tutti,non trova giustificazione.
Quello del pagamento del contributo per il 2012 è diventato dunque un problema importante e cruciale, che il Ministero deve affrontare da subito: le imprese ne aspettano legittimamente la soppressione.


Lettera al Ministro Clini (formato PDF - dimensione 111 Kb)

 

(Notizia consultata 76 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento