CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

lunedė, 16 luglio 2018

Efficienza energetica: 6 milioni per il territorio

16/7/2018

Riveviamo ed inoltriamo l'invito dei Comuni della Piana Fiorentina e di Estra per la presentazione della "Call per l'efficienza energetica" ...

 

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto. CNA chiede preventivamente l'intervento del Ministro Toninelli

13/7/2018

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto: 8.500 centri privati sul territorio nazionale che impegnano oltre 20.000 addetti, con conseguente ...

 

Seminario settore Arredo e Complemento negli USA

12/7/2018

Lunedì 16 Luglio 2018, a partire dalle ore 10.00, nella sede di Artex, in Via Giano della Bella 20, a ...

 

Valdarno-Valdisieve, imprenditoria giovanile artigiana: perse nell'ultimo anno il 7% delle imprese. Le proposte CNA per invertire rotta

11/7/2018

Non va bene l’imprenditoria giovanile artigiana del Valdarno-Valdisieve: -7% di imprese nell’ultimo anno, una performance peggiore di quella del resto ...

 

Empolese Valdelsa, acconti TARI con un 30% in più da pagare: ecco perchè

10/7/2018

Con l’arrivo del I°acconto TARI 2018 recentemente recapitato, Alia spa, oltre a richiedere il 40% dell’importo dovuto riferito alla TARI ...

 

18/09/2009

La Manovra d’estate (DL 78 del 01/07/2009, convertito in legge 03/08/2009, n. 102, G.U. n. 179 del 04/08/2009) - La TREMONTI TER

La Tremonti Ter IN SINTESI.

- Soggetti destinatari dell'agevolazione: titolari di reddito d'impresa. Per alcuni soggetti (titolari di attività industriali a rischio di incidenti rilevanti) l'agevolazione compete solo a condizione che sia documentato l'adempimento degli obblighi e delle prescrizioni previsti dalle disposizioni in materia;
- Ammontare dell'agevolazione: 50% del valore degli investimenti (costo di acquisto dei beni);
- Investimenti ammessi: macchinari e apparecchiature NUOVI compresi nella divisione 28 della tabella ATECO 2007;
- Periodo nel quale devono essere fatti gli investimenti: dal 1° luglio 2009 al 30 giugno 2010;
- Periodo d'imposta di fruizione del beneficio: attraverso una modifica apportata in sede di conversione del D.L., si prevede che l’agevolazione può essere fruita esclusivamente in sede di versamento del saldo delle imposte sui redditi dovute per il periodo d’imposta di effettuazione degli investimenti;
- Decadenza dal beneficio: cessione a terzi, autoconsumo o altra destinazione a finalità estranea all'esercizio d'impresa, prima del secondo periodo di imposta successivo all'acquisto.

Un’integrazione effettuata in sede di conversione del Decreto, prevede inoltre che si decade dall’agevolazione, senza limiti temporali, se i beni oggetto degli investimenti sono ceduti a soggetti aventi stabile organizzazione in Paesi non aderenti allo spazio economico europeo, quindi diversi da:
- 24 Paesi della UE (Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Ungheria.
- 3 Paesi dell’EFTA – (Islanda, Lichtenstein e Norvegia)

 

(Notizia consultata 43 volte negli ultimi 4 mesi)