CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

martedė, 25 settembre 2018

Borgo e Scarperia-San piero, al via la raccolta porta a porta

24/9/2018

In previsione dell’attivazione del nuovo servizio di raccolta rifiuti porta a porta, ecco na serie di incontri appositamente predisposti da ...

 

A Borgo un corso gratuito per diventare addetto ai manufatti lignei

24/9/2018

L’azienda Oliviero Capirossi Serramenti srl di Borgo San Lorenzo (in via Guido Rossa,7) apre le sue porte ai visitatori il ...

 

CNA porta Amazon davanti al Tribunale di Roma

24/9/2018

Il Tribunale di Roma ha fissato per giovedì 11 ottobre davanti alla nona sezione civile la prima udienza di un ...

 

Fattura elettronica, cosa cambia per le imprese

23/9/2018

Un appuntamento gratuito per essere in regola con un nuovo adempimento che sarà in vigore da inizio 2019.

"Fattura elettronica: cosa ...

 

Fattura elettronica, cosa cambia per le imprese dal 2019

23/9/2018

Un appuntamento gratuito per essere in regola con un nuovo adempimento che sarà in vigore da inizio 2019.

"Fattura elettronica: cosa ...

 

14/01/2011

Bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia che beneficiano della detrazione fiscale. I chiarimenti dell’Agenzia dell’Entrate sulla ritenuta del 10% per gli oneri corrisposti ai Comuni

Con la Risoluzione n.3 del 04/01/2011 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti e indicazioni operative in merito al versamento degli oneri di urbanizzazione e degli altri oneri (Tosap,imposta di bollo e altri diritti pagati per le concessioni, autorizzazioni e denunce di inizio lavori),per interventi di ristrutturazione edilizia che beneficiano della detrazione fiscale del 36%.
Fermo restando che per accedere alla detrazione fiscale per questa tipologia di spese non sussiste l’obbligo di pagare mediante bonifico bancario o postale, l’Agenzia precisa che se il contribuente opta per il versamento degli oneri a favore del Comune mediante bonifico bancario/postale, per evitare che il comune subisca la ritenuta d’acconto del 10% occorre che il bonifico sia compilato come segue:
- motivazione del bonifico: indicare il Comune quale soggetto beneficiario
-causale del versamento: indicare la natura dell’onere o del diritto (es. oneri di urbanizzazione, Tosap, ecc..).
Inoltre, in questi casi, non va indicato il riferimento all’intervento edilizio e alle norme istitutive della detrazione del 36%, né deve essere utilizzato il modulo predisposto dalle banche o uffici postali per il pagamento delle spese agevolabili.
In questo modo le banche o la posta non codificheranno i versamenti come importi soggetti alla ritenuta del 10%.
Se i Comuni subiscono ugualmente il prelievo della ritenuta del 10%, perché i bonifici sono stati predisposti non seguendo le modalità indicate dall’Agenzia o a seguito di errori materiali delle banche o delle poste, i Comuni stessi potranno recuperare la ritenuta d’acconto scegliendo tra due possibilità: il rimborso o la compensazione in F24.

 

(Notizia consultata 32 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento