CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

giovedė, 22 febbraio 2018

Costruzioni: ecco come aderire all'accordo per le ristrutturazioni siglato con BCC Pontassieve

22/2/2018

BCC Pontassieve, CNA Firenze e CNA Costruzioni hanno sottoscritto una convenzione per la concessione di finanziamenti a privati per la ...

 

Corso per il conseguimento del patentino Fgas e corso caldaie superiori 232 kw

22/2/2018

CNA Firenze in collaborazione con Sophia, agenzia formativa del sistema CNA, abbiamo messo in calendario una nuova edizione del corso ...

 

Come funziona l'APE volontaria

22/2/2018

L'Ape Volontaria è un prestito commisurato e garantito dalla pensione di vecchiaia, erogato dalla banca in quote mensili per 12 ...

 

Elezioni politiche: un confrontro tra candidati

22/2/2018

Martedì 27 febbraio, a Firenze, un confronto tra candidati delle prossime elezioni politiche su proposte e temi economici.

Per scaricare l'invito ...

 

Internazionalizzazione: uno spazio fiorentino al Mercato Metropolitano di Londra

21/2/2018

Con il Comune di Firenze e con la collaborazione operativa di PromoFirenze, stiamo gestendo la presenza di alcune imprese artigiane ...

 

15/07/2011

LAVORI USURANTI – ENTRO 31/07/2011 INVIO COMUNICAZIONI TELEMATICHE DA PARTE DEI DATORI DI LAVORO

Il Dlgs 67/2011 ha previsto che i lavoratori che svolgono lavorazioni particolarmente faticose e pesanti possono accedere al pensionamento anticipato.
I datori di lavoro sono tenuti a fornire ai lavoratori la documentazione che attesta, con elementi di prova aventi data certa, la sussistenza dei requisiti necessari.
I datori di lavoro hanno inoltre l'obbligo di comunicare alla DPL ed agli Istituti previdenziali competenti:
• l'esecuzione di lavoro notturno svolto in modo continuativo o in regolari turni periodici. La comunicazione va fatta una volta all'anno, esclusivamente in via telematica
• l'esecuzione delle lavorazioni classificate all'INAIL nelle voci di tariffa individuate dal decreto, entro il 31/07/2011. L'obbligo riguarda solo i datori di lavoro che retribuiscono i lavoratori addetti a tali lavorazioni, con il sistema del cottimo obbligatorio (art. 2100 del codice civile). Ne deriva che la portata applicativa di tale disposizione risulta estremamente limitata.
L'omissione di ognuna delle suddette comunicazioni e' punita con la sanzione amministrativa diffidabile da 500 euro a 1500 euro.

 

(Notizia consultata 50 volte negli ultimi 4 mesi)