CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

venerdė, 24 marzo 2017

Dal 17 marzo abrogati i voucher per lavoro accessorio

14/3/2017

la normativa che disciplina il ricorso al lavoro accessorio (buoni lavori), è stata formalmente abrogata a decorrere da venerdì 17 ...

 

Dichiarazione del Redditi Modello 730 presso gli uffici CNA Firenze

13/3/2017

Anche quest'anno CNA Firenze, attraverso il proprio CAF - Centro di Assistenza Fiscale, fornisce il servizio di assistenza alla compilazione ...

 

Formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Progetto per le aziende di noleggio con conducente.

12/3/2017

il Decreto Legislativo 81/08 pone in capo alle imprese numerosi obblighi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, tra ...

 

INAIL Bando ISI 2016-2017 - Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

12/3/2017

Sul sito internet dell' Inail sono stati pubblicati tutti i bandi regionali per il Bando Isi 2016-2017 che finanzia in ...

 

Dichiarazione MUD 2017 entro il prossimo 2 maggio

10/3/2017

Il prossimo 2 maggio scadranno i termini per la presentazione del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD).

I soggetti obbligati ...

 

15/07/2011

LAVORI USURANTI – ENTRO 31/07/2011 INVIO COMUNICAZIONI TELEMATICHE DA PARTE DEI DATORI DI LAVORO

Il Dlgs 67/2011 ha previsto che i lavoratori che svolgono lavorazioni particolarmente faticose e pesanti possono accedere al pensionamento anticipato.
I datori di lavoro sono tenuti a fornire ai lavoratori la documentazione che attesta, con elementi di prova aventi data certa, la sussistenza dei requisiti necessari.
I datori di lavoro hanno inoltre l'obbligo di comunicare alla DPL ed agli Istituti previdenziali competenti:
• l'esecuzione di lavoro notturno svolto in modo continuativo o in regolari turni periodici. La comunicazione va fatta una volta all'anno, esclusivamente in via telematica
• l'esecuzione delle lavorazioni classificate all'INAIL nelle voci di tariffa individuate dal decreto, entro il 31/07/2011. L'obbligo riguarda solo i datori di lavoro che retribuiscono i lavoratori addetti a tali lavorazioni, con il sistema del cottimo obbligatorio (art. 2100 del codice civile). Ne deriva che la portata applicativa di tale disposizione risulta estremamente limitata.
L'omissione di ognuna delle suddette comunicazioni e' punita con la sanzione amministrativa diffidabile da 500 euro a 1500 euro.

 

(Notizia consultata 20 volte negli ultimi 4 mesi)