CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

martedė, 23 settembre 2014

Banca Popolare di Vicenza

23/9/2014

A seguito accordo dell’accordo tra CNA Firenze e Banca Popolare di Vicenza sottoscritto in data 15/09/2014, sono previste linee di ...

 

Alta Scuola di pelletteria e Unicredit per la formazione gratutita delle imprese della filiera pelletteria e fashion

18/9/2014

Un programma di formazione gratuita per le Pmi della filiera pelletteria e fashion con più focus:
- il rapporto banca/impresa
- i ...

 

Marco Benvenuti Fotografo

17/9/2014

Via Ugo Bassi 28 – Firenze
Cell. 3355457039
www.marcobenvenuti.net
info@marcobenvenuti.net

Sconto del 25% su tutti i servizi di seguito elencati:
- servizi fotografici per eventi, ...

 

Expo Rurale 2014 - Parco delle Cascine 18-21 settembre

16/9/2014

Expo Rurale, la kermesse che trasforma anche quest'anno il Parco delle Cascine nel più bel tratto di campagna toscana.
Agricoltori, allevatori, ...

 

Artour torna in piazza Strozzi. 19-21 settembre

16/9/2014

A seguito del grande successo ottenuto dalle ultime edizioni, Artour torna in piazza Strozzi dal 19 al 21 settembre.
Gli ...

 

15/07/2011

LAVORI USURANTI – ENTRO 31/07/2011 INVIO COMUNICAZIONI TELEMATICHE DA PARTE DEI DATORI DI LAVORO

Il Dlgs 67/2011 ha previsto che i lavoratori che svolgono lavorazioni particolarmente faticose e pesanti possono accedere al pensionamento anticipato.
I datori di lavoro sono tenuti a fornire ai lavoratori la documentazione che attesta, con elementi di prova aventi data certa, la sussistenza dei requisiti necessari.
I datori di lavoro hanno inoltre l'obbligo di comunicare alla DPL ed agli Istituti previdenziali competenti:
• l'esecuzione di lavoro notturno svolto in modo continuativo o in regolari turni periodici. La comunicazione va fatta una volta all'anno, esclusivamente in via telematica
• l'esecuzione delle lavorazioni classificate all'INAIL nelle voci di tariffa individuate dal decreto, entro il 31/07/2011. L'obbligo riguarda solo i datori di lavoro che retribuiscono i lavoratori addetti a tali lavorazioni, con il sistema del cottimo obbligatorio (art. 2100 del codice civile). Ne deriva che la portata applicativa di tale disposizione risulta estremamente limitata.
L'omissione di ognuna delle suddette comunicazioni e' punita con la sanzione amministrativa diffidabile da 500 euro a 1500 euro.

 

(Notizia consultata 111 volte negli ultimi 4 mesi)