CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

domenica, 22 ottobre 2017

PRESENTAZIONE DEL PORTAVOCE CNA FIRENZE LAVORAZIONE ARTISTICA METALLI

19/10/2017

Di seguito la lettera di presentazione del portavoce CNA Firenze Settore Lavorazione Artistica Metalli, Carlo Bugetti.

LETTERA DI PRESENTAZIONE CARLO BUGETTI ...

 

TEMPORARY SHOP NATALIZIO IN MUGELLO

19/10/2017

Il Comprensorio del Mugello di CNA, con l’obiettivo di promuovere le attività artigianali nel periodo natalizio, sta organizzando l’allestimento di ...

 

CORSO FORMAZIONE PREPOSTI SICUREZZA SUL LAVORO: 8 NOVEMBRE 2017

19/10/2017

Ambiente Impresa Srl, Società del Sistema CNA Firenze, ha organizzato per l'8 novembre prossimo presso la Sede CNA di via ...

 

FIERA MAISON & OBJET CASA: PARIGI 19-23 GENNAIO 2018

19/10/2017

L’ICE-Agenzia sta organizzando una partecipazione italiana di biancheria per la casa alla prossima edizione dell fiera "Maison & Objet ...

 

CHIUSURA UFFICIO CNA FUCECCHIO 23-24 OTTOBRE e 27-28 NOVEMBRE 2017

19/10/2017

L'ufficio CNA di Fucecchio resterà chiuso nei seguenti giorni:

Lunedì 23 ottobre: tutto il giorno

Martedì 24 ottobre: solo il pomeriggio.

Lunedì 27 ...

 

15/07/2011

LAVORI USURANTI – ENTRO 31/07/2011 INVIO COMUNICAZIONI TELEMATICHE DA PARTE DEI DATORI DI LAVORO

Il Dlgs 67/2011 ha previsto che i lavoratori che svolgono lavorazioni particolarmente faticose e pesanti possono accedere al pensionamento anticipato.
I datori di lavoro sono tenuti a fornire ai lavoratori la documentazione che attesta, con elementi di prova aventi data certa, la sussistenza dei requisiti necessari.
I datori di lavoro hanno inoltre l'obbligo di comunicare alla DPL ed agli Istituti previdenziali competenti:
• l'esecuzione di lavoro notturno svolto in modo continuativo o in regolari turni periodici. La comunicazione va fatta una volta all'anno, esclusivamente in via telematica
• l'esecuzione delle lavorazioni classificate all'INAIL nelle voci di tariffa individuate dal decreto, entro il 31/07/2011. L'obbligo riguarda solo i datori di lavoro che retribuiscono i lavoratori addetti a tali lavorazioni, con il sistema del cottimo obbligatorio (art. 2100 del codice civile). Ne deriva che la portata applicativa di tale disposizione risulta estremamente limitata.
L'omissione di ognuna delle suddette comunicazioni e' punita con la sanzione amministrativa diffidabile da 500 euro a 1500 euro.

 

(Notizia consultata 32 volte negli ultimi 4 mesi)