CNA Firenze

Men¨ di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

giovedý, 26 aprile 2018

Produzione: presentata l’indagine CNA sulla filiera toscana del settore legno-mobili

26/4/2018

Difficile pensare ad un artigianato toscano senza la falegnameria. Per questo motivo CNA sta intraprendendo un’azione di rilancio di questa ...

 

Rinnovato il CCNL Area Meccanica

26/4/2018

Al termine di un lungo e difficile negoziato, la CNA, le altre Organizzazioni Datoriali e FIOM CGIL, FIM CISL e ...

 

Aeroporto di Firenze, tutto sulla nuova pista. Il 7 maggio un incontro aperto a tutti

26/4/2018

Il nostro desiderio è quello di far arrivare ai cittadini una comunicazione corretta sull'aeroporto e sulla realizzazione della nuova pista ...

 

Approfitta delle offerte Mercedes-Benz riservate ai soci CNA Firenze Metropolitana!

26/4/2018

Grazie alla convenzione stipulata con TRUCK ITALIA, i soci di CNA Firenze Metropolitana possono usufruire delle offerte a loro riservate ...

 

Contributi per l'internazionalizzazione delle Pmi

26/4/2018

Regione Toscana, con Decreto n. 5158 del 03-04-2018, ha approvato il Bando a valere sull’azione 3.4.2 "Incentivi all’acquisto di servizi ...

 

15/07/2011

LAVORI USURANTI – ENTRO 31/07/2011 INVIO COMUNICAZIONI TELEMATICHE DA PARTE DEI DATORI DI LAVORO

Il Dlgs 67/2011 ha previsto che i lavoratori che svolgono lavorazioni particolarmente faticose e pesanti possono accedere al pensionamento anticipato.
I datori di lavoro sono tenuti a fornire ai lavoratori la documentazione che attesta, con elementi di prova aventi data certa, la sussistenza dei requisiti necessari.
I datori di lavoro hanno inoltre l'obbligo di comunicare alla DPL ed agli Istituti previdenziali competenti:
• l'esecuzione di lavoro notturno svolto in modo continuativo o in regolari turni periodici. La comunicazione va fatta una volta all'anno, esclusivamente in via telematica
• l'esecuzione delle lavorazioni classificate all'INAIL nelle voci di tariffa individuate dal decreto, entro il 31/07/2011. L'obbligo riguarda solo i datori di lavoro che retribuiscono i lavoratori addetti a tali lavorazioni, con il sistema del cottimo obbligatorio (art. 2100 del codice civile). Ne deriva che la portata applicativa di tale disposizione risulta estremamente limitata.
L'omissione di ognuna delle suddette comunicazioni e' punita con la sanzione amministrativa diffidabile da 500 euro a 1500 euro.

 

(Notizia consultata 48 volte negli ultimi 4 mesi)