CNA Firenze

Menù di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

lunedì, 16 luglio 2018

Efficienza energetica: 6 milioni per il territorio

16/7/2018

Riveviamo ed inoltriamo l'invito dei Comuni della Piana Fiorentina e di Estra per la presentazione della "Call per l'efficienza energetica" ...

 

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto. CNA chiede preventivamente l'intervento del Ministro Toninelli

13/7/2018

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto: 8.500 centri privati sul territorio nazionale che impegnano oltre 20.000 addetti, con conseguente ...

 

Seminario settore Arredo e Complemento negli USA

12/7/2018

Lunedì 16 Luglio 2018, a partire dalle ore 10.00, nella sede di Artex, in Via Giano della Bella 20, a ...

 

Valdarno-Valdisieve, imprenditoria giovanile artigiana: perse nell'ultimo anno il 7% delle imprese. Le proposte CNA per invertire rotta

11/7/2018

Non va bene l’imprenditoria giovanile artigiana del Valdarno-Valdisieve: -7% di imprese nell’ultimo anno, una performance peggiore di quella del resto ...

 

Empolese Valdelsa, acconti TARI con un 30% in più da pagare: ecco perchè

10/7/2018

Con l’arrivo del I°acconto TARI 2018 recentemente recapitato, Alia spa, oltre a richiedere il 40% dell’importo dovuto riferito alla TARI ...

 

10/12/2011

Nuovo limite all’utilizzo del denaro contante

nuovo limite uso contante

 

La Manovra Monti (DL 201/2011, pubblicato in G.U. n. 284 del 06/12/2011 ed entrato in vigore il giorno stesso della pubblicazione) prevede nuovi limiti alla circolazione del contante.
E’ stato infatti ulteriormente ridotto il limite per la tracciabilità dei trasferimenti di denaro contante e dei titoli al portatore.
Dal 6 dicembre 2011, la nuova soglia è di 1000 euro.
Le operazioni di ammontare pari o superiore non possono quindi essere regolarizzate in contanti e il trasferimento di denaro contante tra soggetti diversi è possibile il solo fino a 999,99 euro.
E’ inoltre vietato detenere libretti di deposito bancari o postali al portatore con saldo pari o superiore a 1.000 euro, che perciò devono essere estinti o il loro saldo ridotto al di sotto del limite di 1000 euro entro il prossimo 31 dicembre.

 

(Notizia consultata 21 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento