CNA Firenze

Men¨ di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

lunedý, 16 luglio 2018

Efficienza energetica: 6 milioni per il territorio

16/7/2018

Riveviamo ed inoltriamo l'invito dei Comuni della Piana Fiorentina e di Estra per la presentazione della "Call per l'efficienza energetica" ...

 

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto. CNA chiede preventivamente l'intervento del Ministro Toninelli

13/7/2018

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto: 8.500 centri privati sul territorio nazionale che impegnano oltre 20.000 addetti, con conseguente ...

 

Seminario settore Arredo e Complemento negli USA

12/7/2018

Lunedì 16 Luglio 2018, a partire dalle ore 10.00, nella sede di Artex, in Via Giano della Bella 20, a ...

 

Valdarno-Valdisieve, imprenditoria giovanile artigiana: perse nell'ultimo anno il 7% delle imprese. Le proposte CNA per invertire rotta

11/7/2018

Non va bene l’imprenditoria giovanile artigiana del Valdarno-Valdisieve: -7% di imprese nell’ultimo anno, una performance peggiore di quella del resto ...

 

Empolese Valdelsa, acconti TARI con un 30% in più da pagare: ecco perchè

10/7/2018

Con l’arrivo del I°acconto TARI 2018 recentemente recapitato, Alia spa, oltre a richiedere il 40% dell’importo dovuto riferito alla TARI ...

 

12/12/2011

Agevolazioni fiscali del 55% e 36% : la Manovra proroga la detrazione per il risparmio energetico e mette a regime la detrazione per le spese del patrimonio edilizio

Agevolazioni fiscali

 

La Manovra Monti (DL 201/2011) ha prorogato la detrazione del 55% per gli interventi di risparmio energetico fino al 31 dicembre 2012, con le regole e modalità già note.
Dal 2013 sugli stessi interventi di risparmio energetico spetterà invece la detrazione fiscale del 36%.
La detrazione del 36% spettante per le spese di recupero del patrimonio edilizio diventa invece una detrazione a regime e pertanto non più soggetta a scadenza.
Rispetto alla manovra di Ferragosto (DL 138/2011)viene fatto un passo indietro. Infatti dal 1 gennaio 2012, in caso di vendita di un immobile oggetto di lavori del 36%, la detrazione non utilizzata in tutto o in parte, passa all’acquirente, salvo diverso accordo tra le parti.

 

(Notizia consultata 56 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento