CNA Firenze

Men¨ di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

giovedý, 24 maggio 2018

Fabrizio cecconi è il nuovo Direttore di CNA Firenze Metropolitana

24/5/2018

Cambio della guardia in CNA.

Da oggi il nostro direttore è Fabrizio Cecconi.

64 anni, di Reggello di cui è stato ...

 

Dichiarazione dei redditi: continua la campagna 730

24/5/2018

Come ogni anno CNA Firenze, attraverso il proprio CAF - Centro di Assistenza Fiscale, fornisce il servizio di assistenza alla ...

 

UptoYouth sbarca a Firenze

23/5/2018

UptoYouth, il corso di formazione gratuito per aspiranti imprenditori under35 sarà a Firenze il 6, 7 e 8 giugno.

UptoYouth è ...

 

"La dimensione del silenzio", personale di Renzo Del Lungo

23/5/2018

Segnaliamo con piacere "La dimensione del silenzio", personale di Renzo Del Lungo, pittore e vicepresidente vicario di CNA Firenze Pensionati. ...

 

L'8 e 9 giugno a Firenze il Festival del marketing. FMX, un'iniizitiva in partnership con CNA Firenze Metropolitana

22/5/2018

Siamo lieti di invitarti a FMX, un evento organizzato da Eda Servizi, Impact Hub, Lama, Mup Academy, Studio Riprese Firenze ...

 

19/06/2012

Decreto Sviluppo: la detrazione fiscale per gli interventi di ristrutturazione edilizia passa dal 36% al 50%

Detrazioni fiscali

 

Il Decreto Sviluppo 2012, approvato il 15 giugno dal Consiglio dei Ministri, introduce novità sul fronte delle detrazioni fiscali spettanti per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

Il testo (che in sede di conversione potrebbe però subire delle modifiche) prevede infatti che la detrazione spettante per gli interventi di ristrutturazione edilizia passi dall'attuale 36% su un massimo di spese pari a 48.000 euro, al 50% su un totale massimo di spese pari a 96.000 euro.

L’aumento varrà solo nel limitato arco temporale dalla data di entrata in vigore del Decreto al 30 giugno 2013.
Resta da chiarire se godranno della maggiore detrazione solo le spese sostenute in tale periodo per interventi iniziati nel corso dello stesso, oppure se vi rientreranno anche le spese sostenute per lavori iniziati precedentemente.

A tal fine, e per non precludere ai contribuenti la possibilità di poter fruire di una maggiore detrazione, è perciò consigliabile rimandare, se possibile, i pagamenti fino alla data di entrata in vigore del Decreto.

 

(Notizia consultata 25 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento