CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

lunedė, 16 luglio 2018

Efficienza energetica: 6 milioni per il territorio

16/7/2018

Riveviamo ed inoltriamo l'invito dei Comuni della Piana Fiorentina e di Estra per la presentazione della "Call per l'efficienza energetica" ...

 

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto. CNA chiede preventivamente l'intervento del Ministro Toninelli

13/7/2018

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto: 8.500 centri privati sul territorio nazionale che impegnano oltre 20.000 addetti, con conseguente ...

 

Seminario settore Arredo e Complemento negli USA

12/7/2018

Lunedì 16 Luglio 2018, a partire dalle ore 10.00, nella sede di Artex, in Via Giano della Bella 20, a ...

 

Valdarno-Valdisieve, imprenditoria giovanile artigiana: perse nell'ultimo anno il 7% delle imprese. Le proposte CNA per invertire rotta

11/7/2018

Non va bene l’imprenditoria giovanile artigiana del Valdarno-Valdisieve: -7% di imprese nell’ultimo anno, una performance peggiore di quella del resto ...

 

Empolese Valdelsa, acconti TARI con un 30% in più da pagare: ecco perchè

10/7/2018

Con l’arrivo del I°acconto TARI 2018 recentemente recapitato, Alia spa, oltre a richiedere il 40% dell’importo dovuto riferito alla TARI ...

 

27/06/2012

Ristrutturazioni edilizie: dal 26 giugno la detrazione passa al 50%

detrazioni fiscali

 

Martedì 26 giugno è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Sviluppo, D.L. 83/2012, che, all’art 11, prevede importanti novità sul fronte delle detrazioni spettanti sulle ristrutturazioni edilizie.
Oltre all’aumento della detrazione, che dal 36% passa al 50%, è previsto anche un raddoppio del tetto massimo di spesa,da 48.000 a 96.000 euro, mentre tutte le altre regole finora note restano invariate.
Le nuove norme varranno per le spese sostenute nel periodo 26 giugno 2012 – 30 giugno 2013
Per chi ha già iniziato i lavori, anche avendone già pagati una parte, sembrerebbe chiaro che tutte le spese che si sosterranno dal 26 giugno in poi saranno agevolabili al 50% e non più al 36%.
Si auspica comunque una conferma in tal senso da parte dell’Agenzia delle Entrate

L'aumento dell'aliquota e l'innalzamento del limite di spesa non si applicano nel caso di acquisto di immobili ristrutturati da imprese di costruzione o ristrutturazione.
La detrazione spettante, in questo caso,resta al 36% nel limite del 25% del prezzo indicato in atto e nel limite comunque di 48.000euro.

 

(Notizia consultata 20 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento