CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

martedė, 25 settembre 2018

Borgo e Scarperia-San piero, al via la raccolta porta a porta

24/9/2018

In previsione dell’attivazione del nuovo servizio di raccolta rifiuti porta a porta, ecco na serie di incontri appositamente predisposti da ...

 

A Borgo un corso gratuito per diventare addetto ai manufatti lignei

24/9/2018

L’azienda Oliviero Capirossi Serramenti srl di Borgo San Lorenzo (in via Guido Rossa,7) apre le sue porte ai visitatori il ...

 

CNA porta Amazon davanti al Tribunale di Roma

24/9/2018

Il Tribunale di Roma ha fissato per giovedì 11 ottobre davanti alla nona sezione civile la prima udienza di un ...

 

Fattura elettronica, cosa cambia per le imprese

23/9/2018

Un appuntamento gratuito per essere in regola con un nuovo adempimento che sarà in vigore da inizio 2019.

"Fattura elettronica: cosa ...

 

Fattura elettronica, cosa cambia per le imprese dal 2019

23/9/2018

Un appuntamento gratuito per essere in regola con un nuovo adempimento che sarà in vigore da inizio 2019.

"Fattura elettronica: cosa ...

 

12/11/2013

IMU. Rete Imprese Italia: imprese impossibilitate a pagare senza un allungamento dei termini

ReteImrpeseitaliaIMU

 

Con una lettera indirizzata al Ministro dell’Economia e al Ministro per gli Affari Regionali, il Presidente di R.e.te. Imprese Italia, Ivan Malavasi, ha chiesto un intervento in materia IMU.

In base ad una recente decisione del Parlamento, infatti, i Comuni sono tenuti a pubblicare sui propri siti internet entro il 9 dicembre le aliquote e le detrazioni IMU 2013 da utilizzare per il calcolo e il versamento del saldo in scadenza il 16, dopo soli 5 giorni lavorativi.

Secondo R.e.Te Imprese Italia tutto ciò rischia di rendere materialmente impossibile l’adempimento nei termini e dunque espone le imprese a conseguenze sanzionatorie che non dipendono da colpe a loro imputabili.
Per questo, il Presidente Malavasi ha chiesto di ripristinare l'obbligo alla pubblicazione delle aliquote e detrazioni Imu sul portale del Federalismo fiscale entro e non oltre il 15 novembre o di prevedere che entro il 16 dicembre sia versato il restante 50% dell’IMU dovuta per il 2012, rinviando a giugno 2014 il versamento dell’eventuale conguaglio calcolato sulla base delle aliquote che saranno pubblicate entro il 9 dicembre.

Nel caso in cui nessuna delle due richieste possa essere attuata, Malavasi ha chiesto comunque che non siano applicate sanzioni nei casi in cui il versamento della seconda rata IMU sia regolarizzato nei 60 giorni successivi la scadenza del 16 dicembre, così come previsto dagli articoli 3 e 10 dello Statuto del contribuente.


Scarica la lettera di R.e.te. Imprese Italia (formato PDF - dimensione 105 Kb)

 

(Notizia consultata 21 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento