CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

lunedė, 16 luglio 2018

Efficienza energetica: 6 milioni per il territorio

16/7/2018

Riveviamo ed inoltriamo l'invito dei Comuni della Piana Fiorentina e di Estra per la presentazione della "Call per l'efficienza energetica" ...

 

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto. CNA chiede preventivamente l'intervento del Ministro Toninelli

13/7/2018

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto: 8.500 centri privati sul territorio nazionale che impegnano oltre 20.000 addetti, con conseguente ...

 

Seminario settore Arredo e Complemento negli USA

12/7/2018

Lunedì 16 Luglio 2018, a partire dalle ore 10.00, nella sede di Artex, in Via Giano della Bella 20, a ...

 

Valdarno-Valdisieve, imprenditoria giovanile artigiana: perse nell'ultimo anno il 7% delle imprese. Le proposte CNA per invertire rotta

11/7/2018

Non va bene l’imprenditoria giovanile artigiana del Valdarno-Valdisieve: -7% di imprese nell’ultimo anno, una performance peggiore di quella del resto ...

 

Empolese Valdelsa, acconti TARI con un 30% in più da pagare: ecco perchè

10/7/2018

Con l’arrivo del I°acconto TARI 2018 recentemente recapitato, Alia spa, oltre a richiedere il 40% dell’importo dovuto riferito alla TARI ...

 

12/11/2013

IMU. Rete Imprese Italia: imprese impossibilitate a pagare senza un allungamento dei termini

ReteImrpeseitaliaIMU

 

Con una lettera indirizzata al Ministro dell’Economia e al Ministro per gli Affari Regionali, il Presidente di R.e.te. Imprese Italia, Ivan Malavasi, ha chiesto un intervento in materia IMU.

In base ad una recente decisione del Parlamento, infatti, i Comuni sono tenuti a pubblicare sui propri siti internet entro il 9 dicembre le aliquote e le detrazioni IMU 2013 da utilizzare per il calcolo e il versamento del saldo in scadenza il 16, dopo soli 5 giorni lavorativi.

Secondo R.e.Te Imprese Italia tutto ciò rischia di rendere materialmente impossibile l’adempimento nei termini e dunque espone le imprese a conseguenze sanzionatorie che non dipendono da colpe a loro imputabili.
Per questo, il Presidente Malavasi ha chiesto di ripristinare l'obbligo alla pubblicazione delle aliquote e detrazioni Imu sul portale del Federalismo fiscale entro e non oltre il 15 novembre o di prevedere che entro il 16 dicembre sia versato il restante 50% dell’IMU dovuta per il 2012, rinviando a giugno 2014 il versamento dell’eventuale conguaglio calcolato sulla base delle aliquote che saranno pubblicate entro il 9 dicembre.

Nel caso in cui nessuna delle due richieste possa essere attuata, Malavasi ha chiesto comunque che non siano applicate sanzioni nei casi in cui il versamento della seconda rata IMU sia regolarizzato nei 60 giorni successivi la scadenza del 16 dicembre, così come previsto dagli articoli 3 e 10 dello Statuto del contribuente.


Scarica la lettera di R.e.te. Imprese Italia (formato PDF - dimensione 105 Kb)

 

(Notizia consultata 13 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento