CNA Firenze

Menů di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

lunedě, 16 luglio 2018

Efficienza energetica: 6 milioni per il territorio

16/7/2018

Riveviamo ed inoltriamo l'invito dei Comuni della Piana Fiorentina e di Estra per la presentazione della "Call per l'efficienza energetica" ...

 

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto. CNA chiede preventivamente l'intervento del Ministro Toninelli

13/7/2018

Rischio paralisi dei Centri di Revisione auto: 8.500 centri privati sul territorio nazionale che impegnano oltre 20.000 addetti, con conseguente ...

 

Seminario settore Arredo e Complemento negli USA

12/7/2018

Lunedì 16 Luglio 2018, a partire dalle ore 10.00, nella sede di Artex, in Via Giano della Bella 20, a ...

 

Valdarno-Valdisieve, imprenditoria giovanile artigiana: perse nell'ultimo anno il 7% delle imprese. Le proposte CNA per invertire rotta

11/7/2018

Non va bene l’imprenditoria giovanile artigiana del Valdarno-Valdisieve: -7% di imprese nell’ultimo anno, una performance peggiore di quella del resto ...

 

Empolese Valdelsa, acconti TARI con un 30% in più da pagare: ecco perchè

10/7/2018

Con l’arrivo del I°acconto TARI 2018 recentemente recapitato, Alia spa, oltre a richiedere il 40% dell’importo dovuto riferito alla TARI ...

 

03/08/2016

EQUITALIA, RIAMMISSIONE ALLA RATEIZZAZIONE SE DECADUTA, MA CON VINCOLI

Logo Equitalia

 

E’ stato convertito in Legge il decreto n. 113/2016 sugli enti locali che contiene numerose novità, e nel quale è stata introdotta una misura molto attesa che riguarda Equitalia e le rateizzazioni; durante l’iter di conversione del Decreto, la Commissione Bilancio della Camera ha introdotto infatti l’articolo 13-bis che prevede una serie di agevolazioni per i contribuenti decaduti dalle rateizzazioni, ma con dei vincoli.

La legge di conversione è entrata in vigore oggi, 4 Agosto, poiché è stata pubblicata ieri in Gazzetta Ufficiale: chi avrà determinate caratteristiche potrà accedere alle nuove misure che riguardano la riammissione ai piani di rateizzazione delle cartelle di Equitalia e ai piani di pagamento dilazionato per chi ha aderito agli accertamenti delle Entrate.

Per accedere alla nuova possibilità di dilazione, i contribuenti decaduti dalle rate di Equitalia, così come quelli in debito con le Entrate, avranno 60 giorni di tempo a partire da oggi per presentare un’apposita richiesta di riammissione al beneficio.

I contribuenti decaduti alla data del 1° luglio 2016 dal beneficio della rateizzazione dei debiti tributari possono essere riammessi alla rateizzazione, fino a un massimo di ulteriori 72 rate mensili. Il nuovo piano può essere concesso anche se, all’atto della presentazione della richiesta, le rate scadute non sono state integralmente versate; attenzione perché per decadere dalla nuova rateizzazione basteranno due rate, anche non consecutive, non saldate.

Nei casi di dilazioni concesse a qualsiasi titolo prima del 15 ottobre 2015, sarà possibile ottenere un nuovo piano di rateizzazione a condizione che le rate scadute siano state integralmente pagate all’atto della domanda.

Nuova chance, inoltre, anche per i debitori decaduti, dal 15 ottobre 2015 al 1° luglio 2016, dai piani di rateizzazione concessi ai contribuenti che hanno aderito alla definizione di accertamenti con adesione o di omessa impugnazione degli stessi atti con l’Agenzia delle Entrate; questi contribuenti possono ottenere con una semplice richiesta, da presentare a pena di decadenza sempre entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del Dl, un nuovo piano di rateizzazione anche se, all’atto della presentazione della richiesta, le rate eventualmente scadute non siano state saldate.

 

(Notizia consultata 29 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento