I restauratori potranno riprendere la loro attività dal 4 maggio

Siamo lieti di comunicare che le richieste della nostra associazione sono state ascoltate. Oggi, sul sito del Governo è stata pubblicata la seguente faq che permette la ripresa dell’attività di restauro dal 4 Maggio:

“È consentita la prosecuzione delle attività di conservazione e restauro di opere d’arte?”
“Sì, sono consentite le attività di restauro, finalizzate alla conservazione di opere d’arte quali quadri, affreschi, sculture, mosaici, arazzi, beni archeologici.
Tali attività non sono infatti sostanzialmente riducibili a profili ricreativi o artistici di cui al codice Ateco 90.0, essendo invece riconducibili alle attività assentite nell’allegato 3 del d.P.C.M. 26 aprile 2020 del restauro di edifici storici e monumentali (41.20), dell’industria del legno (16), di architettura, ingegneria, collaudo e analisi tecniche (71) e alle altre attività professionali, scientifiche e tecniche (74) nonché alle riparazioni di beni mobili (95).”

Viene quindi risolta una inspiegabile esclusione, visto che l’attività di restauro d’opere d’arte prevede di norma ben pochi contatti interpersonali e che possono quindi essere agevolmente applicare le precauzioni anti contagio

Condividi