Bando Isi-Inail: incentivi alle imprese che investono in sicurezza

Domande a partire dal 16 aprile


Il bando Isi 2019 mette a disposizione delle imprese della Toscana che vogliono investire in sicurezzacirca 16.5 milioni di euro di incentivi a fondo perduto.

Come nell’edizione precedente, i fondi del bando sono suddivisi in cinque assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti che saranno realizzati. Nel dettaglio:

all’Asse 1 (Isi Generalista) sono assegnati 7.275.362,00 euro, suddivisi in 7.129.916,00 euro per i progetti di investimento al fine di ridurre una serie di rischi ( chimico, rumore, vibrazioni meccaniche, biologico, caduta dall’alto, sismico, ambienti confinati) e 154.446.00 per i progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.
Per l’Asse 2 (Isi Tematica) sono a disposizione 1.860.00,00 euro, destinati a sostenere la realizzazione di progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi.
• Lo stanziamento dell’Asse 3 (Isi Amianto) per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, è pari a 4.540.00,00 euro.
• Per i progetti che rientrano nell’Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese), che quest’anno riguarda le micro e piccole imprese operanti nei settori della pesca e della fabbricazione di mobili
• Gli incentivi dell’Asse 5 (Isi Agricoltura) per progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli sono poco superiori ai 2 milioni di Euro

Il contributo sarà erogato in conto capitale e può coprire fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso, sulla base dei parametri e degli importi minimi e massimi specificati dal bando per ciascun asse di finanziamento.

La platea dei destinatari degli incentivi Inail comprende le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

La presentazione delle domande di accesso agli incentivi avverrà, come per i bandi precedenti, in modalità telematica, attraverso una procedura “valutativa a sportello” articolata in tre fasi.

A partire dal prossimo 16 aprile le aziende interessate avranno tempo fino alle ore 18 del 29 maggio 2020 per compilare e salvare la propria domanda nella sezione “Servizi online” del sito Inail. Seguirà l’inoltro della domanda online nei giorni e orari di apertura dello sportello informatico (il cosiddetto “click day”), che saranno pubblicati sul sito dell’Istituto a partire dal 5 giugno 2020.

Le imprese collocate in posizione utile per accedere al contributo dovranno poi confermare la domanda inserita online, tramite l’invio della documentazione indicata nell’avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.

Per informazioni, rivolgersi a:

  • Barbara Marinello – bmarinello@firenze.cna.it
  • Giovanni Bocchetti – gbocchetti@finartcna.it
  • Daniela Testi – dtesti@firenze.cna.it
Condividi