Contributi a fondo perduto del DL Rilancio: dal 15 via alle richieste.

A partire da lunedì 15 giugno e fino al 13 agosto è possibile inviare le istanze per richiedere il contributo a fondo perduto.

I beneficiari del contributo sono le aziende con ricavi o compensi relativi al 2019 non superiori a 5 milioni di euro, il cui fatturato del mese di aprile 2020 è inferiore ai due terzi rispetto ad aprile 2019.
Questo requisito non va verificato per chi ha iniziato l’attività dall’1/1/19, chi ha domicilio fiscale o sede operativa nei comuni colpiti da eventi calamitosi con stato di emergenza ancora in atto alla data del 31/1/20 (per la Toscana tutto il Mugello per il sisma del 9/12/19 ovvero per i comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Scarperia e San Piero, Vaglia e Vicchio)

Il contributo non spetta: alle aziende cessate alla data della presentazione dell’istanza, a chi ha iniziato l’attività dopo il 30/4/20, ai professionisti e ai lavoratori dipendenti iscritti alle casse previdenziali, ai soggetti che hanno percepito l’indennità dell art. 27 e 38 decreto Cura Italia (professionisti e lavoratori dello spettacolo), agli enti pubblici, agli intermediari finanziari

L’entità del contributo consiste in una percentuale calcolata sulla differenza fra i ricavi del 2019 e 2020:

  • -20% con ricavi 2019 fino a € 400.000
  • -15% con ricavi 2019 da e 400.001 a € 1.000.000
  • -10% con ricavi 2019 da e 1.000.001 a € 5.000.00

L’importo minimo previsto è pari a:

  • € 1.000,00 per le persone fisiche
  • € 2.000,00 per i soggetti diversi dalle persone fisiche (società).

Condividi