Premio “CNA Cambiamenti” per start up: vince la finale fiorentina Cupsolidale, il booking delle prestazioni sanitarie

Si è svolta ieri sera, alle Murate Idea Park, la finale fiorentina di Cambiamenti 2018, il premio al pensiero innovativo della nuova impresa italiana che CNA ha istituito per finanziare le risorse migliori del paese: le persone e le idee.

“Un’iniziativa giunta alla 3a edizione, sempre più attesa dalle neo-imprese di micro-piccole dimensioni che hanno saputo innovare prodotti e processi attraverso la loro attività quotidiana, con l’ambizione di rappresentare al meglio il nostro Paese – ha spiegato Giacomo Cioni, Presidente di CNA Firenze Metropolitana – Imprese fatte da uomini e donne che hanno avuto la capacità di introdurre un cambiamento nel loro settore di attività, nel territorio dove operano o nella comunità che vivono. Un’operazione senza finalità commerciali, ma con il solo obiettivo di premiare e riconoscere il merito delle imprese, incoraggiando, dando visibilità e offrendo concrete possibilità di formazione e di supporto alle candidate che ne hanno preso parte”.

A vincere la tappa fiorentina è stata Cupsolidale, start up di Firenze che ha dato vita ad un servizio di booking delle prestazioni sanitarie private e privato sociali: un aggregatore web totalmente gratuito di servizi di prenotazione con agende integrate e disponibilità in tempo reale di strutture private e no-profit che permette a chiunque abbia un computer o uno smartphone, 24h su 24 7/7gg, di cercare, prenotare, pagare, in tre click, una prestazione socio-sanitaria. Cupsolidale accederà così, con altre 4 neo imprese piazzatesi ieri ex aequo al 2° Posto (Compliance di Firenze che realizza software per l’ottimizzazione della raccolta dati nella sperimentazione clinica; Ne.Ro di San Casciano V.P. produttore di apparecchiature elettromedicali; Osmes di Sesto Fiorentino, sviluppo applicazioni olfattive; Plug&Wear di Firenze, produzione di sensori per tessuti), alla finale toscana del 30 ottobre che selezionerà chi accederà alla finale nazionale del 30 novembre a Roma.

In palio per i tre vincitori del contest nazionale fino a 20.000 euro e una settimana presso una delle strutture Bluserena, oltre a incontri, strumenti, servizi e opportunità per crescere meglio offerti da CNA e dai partner che sostengono il premio: Artigiancassa, Google, Facebook, TIM, Starsup, Bluserena, H-Farm, Roland DG Mid Europe, Talent Garden, Italia Startup, StartupItalia, Enegan – Luce e Gas.

A partecipare alla finale di Firenze sono stati in 23, con le imprese già vitate: Bottega scuola per l’artigianato liutario, C&C, Calavini Design , Crossnova, Endostart, Exerens, Facto, Feel Crowd, Floud, Icchethai, Immerxive, JLG Group, Kinoa, L’Albero del Bradipo, Mahister, Ne.M.E.Sis, Osmes, Virtuitaly e Wax More.

Vasto e variegato il loro settore di attività: trattamento acque, design, studi clinici, formazione, prenotazione visite mediche, medicina, integratori, coworking, crowdfounding, smart city, alimentare, realtà virtuale e aumentata, app, internet of thing, accumulatori elettrici, ristorazione, controllo insetti, sensori tessili, arte anche interattiva e immersiva, responsabilità sociale d’impresa.

“Competenza, idee, visione innovativa e spirito imprenditoriale che testimoniano quanto i piccoli siano innovativi, ricordando come l’innovazione con la I maiuscola, assai spesso (da Microsoft ad Apple), sia nata in un garage in forma di microimpresa” ha concluso Cioni.

Hanno fatto parte con Cioni della giuria che ha selezionato i vincitori: Gaetano Aiello, professore di economia dell’Università di Firenze, Vincenzo Bonelli, Cda Scuola Scienze Aziendali e Tecnologie Industriali, Niccolò Manetti, consigliere del presidente CNA Firenze e Alessandra Zecchi, presidente CNA Terziario avanzato Firenze.

Tra i presenti Cecilia Del Re, assessore allo sviluppo economico di Firenze, Tamara Ermini, vicepresidente Cna e Guya Berti, direttore Scuola Scienze Aziendali e Tecnologie Industriali

  • Premio CNA Cambiamenti Firenze
Condividi