bonus 1000 euro

Tra le indennità previste dal Decreto Rilancio a seguito dell’emergenza Covid è previsto un bonus di 1000 euro riferito al mese di Maggio per alcune categorie di lavoratori in possesso di determinati requisiti.

Nel dettaglio il bonus 1000 spetta a:

  • Professionisti, partite iva e lavoratori autonomi. I liberi professionisti titolari di una partita iva attiva alla data del 19 maggio 2020, iscritti alla gestione separata inps, che non siano già titolari di pensione, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, che abbiamo subito una comprovata riduzione di almeno il 33% del reddito nel secondo bimestre (marzo e aprile) del 2020 rispetto allo stesso bimestre del 2019
  • Lavoratori con contratti di Collaborazioni continuate e continuative (co.co.co.), iscritti alla gestione separata, non titolari di altri trattamenti pensionistici, non iscritti a altre forme previdenziali obbligatorie, che abbiano visto cessare il loro rapporto di lavoro alla data del 19 maggio.
  • Lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano involontariamente cessato il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1°gennaio 2019 ed il 17 maggio 2020.

La richiesta di contributo deve essere fatta in via telematica sull’apposita sezione, già attiva, del sito dell’inps.

Per coloro che hanno già constatato il calo di reddito è possibile compilare il file di autodichiarazione (scaricabile qui), firmarlo e inviarlo insieme alla copia del documento di identità all’indirizzo epasa@firenze.cna.it. Il nostro patronato provvederà all’invio telematico.

Coloro che necessitano invece di assistenza per determinare con esattezza la percentuale di diminuzione di reddito, dato che la normativa non è ancora del tutto chiara, possono mettersi in contatto con il proprio ufficio CNA di riferimento.

ATTENZIONE:

In merito al punto 1 chiariamo che non rientrano in questa categoria le aziende artigiane e del commercio (anche se ditte individuali senza dipendenti) per le quali la misura di aiuto prevista dal Decreto Rilancio per il mese di Maggio è il contributo a fondo perduto di cui vi abbiamo dato notizia con mail dello scorso 12 giugno (clicca qui).

Naturalmente, essendo l’indennità 1000 euro pensata per coloro che non hanno accesso al contributo a fondo perduto, le due misure NON sono cumulabili.