Sabato 1 dicembre al via Contemporaneamente

Contemporaneamente

CONTEMPORANEAMENTE, Arte design artigianato e cultura contemporanea in Via Maggio e dintorni, è un progetto ideato dall’Associazione Via Maggio nato per dare risalto a tutte le realtà fiorentine dell’Oltrarno che si muovono in questo ambito. È realizzata da Associazione via Maggio, OmA-Osservatorio Mestieri d’Arte, LAO Le Arti Orafe Jewellery School, Fondazione Istituto dei Bardi con la collaborazione di CNA Firenze e Confartigianato imprese Firenze.

Per questa ottava edizione molteplici saranno gli appuntamenti che ravviveranno le strade dell’Oltrarno dal 1° al 24 dicembre: all’Istituto dè Bardi nella biblioteca, si potrà ammirare la mostra FRACTURE le originali creazioni realizzate dagli studenti di LAO – Le Arti Orafe Jewellery School da frammenti in porcellana della Manifattura Richard Ginori. Successivamente i gioielli verranno battuti all’asta e il totale ricavato verrà donato agli Amici di Doccia per contribuire alla raccolta fondi a favore del Museo di Doccia.Sempre all’Istituto dè Bardi si terranno laboratori artigianali dedicati ad un pubblico adulto per realizzare manufatti a tema natalizio, mentre a Spazio NOTA-Nuova Officina Toscana Artigianato, in via dei Serragli, unricco programma per bambini e famiglie con laboratori condotti da artigiani professionisti dedicati al saper fare e alla manualità. Inoltre, sarà messa a disposizione una mappa che racchiude circa novanta artigiani d’Oltrarno certificati OMA, per quei fiorentini e turisti che desiderano conoscere un quartiere autentico e creativo a forte vocazione artigiana, tra vicoli e strade, alla scoperta di laboratori e officine che proseguono tradizioni antichissime.

Giacomo Cioni, presidente CNA Firenze Metropolitana: “Sosteniamo da sempre le iniziative che promuovono l’artigianato e la città di Firenze e siamo lieti di aver collaborato alla buona riuscita di questa VIII edizione di Contemporaneamente che riesce a centrare allo stesso tempo due dei nostri obiettivi: valorizzare un settore dell’artigianato tipicamente fiorentino, quello artistico, e con esso un quartiere che è la culla del nostro saper fare, l’Oltrarno”.

Scarica qui il programma