Monopattini elettrici, la precisazione degli uffici del Comune di Firenze

monopattino elettrico

I monopattini che rientrano nei limiti definiti dal DM 04/06/2019 – potenza nominale massima non superiore ai 500 watt – sono ora equiparati alle biciclette. Il Comune si adegua quindi a quanto prescritto. Prima il decreto Toninelli prevedeva che ogni Comune, entro un anno, decidesse un’eventuale sperimentazione dei monopattini ora invece c’è una normativa ad hoc che regolamenta la materia. In assenza di vincoli specifici ci si deve attenere a quelli previsti dal codice della strada per le biciclette. I monopattini, quindi, possono circolare nelle stesse aree dove è permesso il transito delle biciclette e devono essere dotati di regolatori di velocità per la circolazione fuori e dentro le aree pedonali. Tra gli altri obblighi previsti per i conducenti dei velocipedi e quindi ad ora estesi ai conducenti dei monopattini, quello di condurre a mano il veicolo quando, per le condizioni della circolazione, sia di intralcio o pericolo per i pedoni, nonché la presenza della marcatura CE, di luci catadiottri catarifrangenti da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del sorgere, e di segnalatori acustici.

Condividi