Sesto Fiorentino, Tari: il no di CNA all’aumento del 6%

rifiuti speciali

CNA, Confesercenti, Confartigianato e Confcommercio dicono no all’aumento del 6% della tariffa TARI prospettato per l’anno 2019 dal Comune di Sesto Fiorentino.

Sarebbe infatti un ulteriore pesante aggravio per le imprese che già, insieme ai cittadini, hanno dovuto subire gli aumenti di addizionale comunale e IMU.

Resta invece il giudizio positivo sulla scelta della raccolta “porta a porta” dei rifiuti, della quale però le associazioni attendono di vedere la totale applicazione per proporre suggerimenti e modifiche migliorative.

Dal “porta a porta” le imprese si aspettano in particolare una diminuzione dei costi complessivi e una più equa ripartizione dei costi tra imprese e cittadini, oggi invece fortemente sbilanciata a sfavore delle imprese.

Rimangono inoltre alcune perplessità rispetto alla futura gestione del porta a porta in quelle aree urbane che vedono la presenza di cassonetti interrati.

Da parte sua CNA continuerà a formare e informare le imprese sulla corretta gestione dei rifiuti speciali e di quelli assimilati agli urbani e torna a chiedere all’Amministrazione Comunale di vigilare con tutti gli strumenti tecnici disponibili sul fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

Condividi