Il sistema moda toscano: analisi e prospettive

moda

“Il sistema moda toscano. Analisi e prospettive”, è questo il titolo del seminario organizzato per Venerdì 17 gennaio a Firenze, presso la Sala Pegaso del Palazzo Strozzi Sacrati, per scandagliare i punti di forza e l’impatto che questo settore ha nell’economia regionale.


A partire dal rapporto commissionato dall’Assessorato alle Attività produttive a Irpet, il cui lavoro di ricerca è stato realizzato da Natalia Faraoni e Tommaso Ferraresi con il coordinamento di Simone Bertini, si approfondirà la dimensione del fenomeno con il Direttore di Irpet Stefano Casini Benvenuti, il Presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana Antonella Mansi, il presidente di Confindustria Toscana Alessio Ranaldo, il Presidente di Cna Toscana Andrea Di Benedetto, Moreno Vignolini e il Professore Rinaldo Rinaldi dell’Università di Firenze. Conclusioni affidate all’Assessore Stefano Ciuoffo.


Al centro del dibattito sarà la capacità del sistema moda toscano di reagire, pur a seguito di un processo di selezione e restringimento, alle minacce della globalizzazione, e assumere un ruolo centrale che questo ha avuto nella ripresa dell’economia regionale all’indomani della Grande Recessione. Le produzioni della moda sono state in grado di consolidarsi negli ultimi anni, trainate dalle esportazioni che, attraverso le filiere produttive interne alla regione, sono state generatrici di ricchezza anche per chi non è direttamente affacciato sui mercati internazionali. I settori che più hanno sofferto, in effetti, sono stati quelli più in difficoltà a riposizionarsi sui mercati esteri, come il tessile e le calzature. Il successo in termini di esportazioni e di addetti degli ultimi anni si deve in particolare alla filiera della pelletteria, che sembra assumere in Toscana la forma di un vero e proprio sistema. Ma il recupero di competitività delle produzioni più arretrate e la persistenza nel successo di quelle più dinamiche passa anche per l’innovazione tecnologica (il paradigma 4.0).

Per iscriversi all’evento: su CRM regione Toscana
Per informazioni: comunicazione.dap@regione.toscana.it

Condividi