Detrazioni fiscali 50% e la comunicazione Enea: ecco cosa dice l’Agenzia delle Entrate

Con la risoluzione 46/E del 18 aprile scorso, l’Agenzia delle Entrate si è finalmente pronunciata sugli effetti del mancato o tardivo invio della comunicazione all’ENEA introdotta, dal 2018, per gli interventi per i quali spetta la detrazione del 50%.

Con buona pace dei contribuenti, che possono tirare un sospiro di sollievo, e così come sostenuto da CNA nella fase di interlocuzione con l’Agenzia, la risoluzione chiarisce una volta per tutte che non averla trasmessa, o averlo fatto oltre i termini previsti, non comporterà, per il contribuente, la perdita del diritto a fruire del beneficio fiscale.

La comunicazione, come tiene a precisare l’Agenzia, continua però ad essere “obbligatoria” al fine di effettuare il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico conseguito a seguito della realizzazione degli interventi, anche se non è prevista l’applicazione di alcuna sanzione nel caso in cui non si provveda.

Tale comunicazione, dunque, è un obbligo ai fini del monitoraggio del risparmio energetico. Essendo una richiesta della Comunità Europea non è escluso che, per il futuro, possa essere richiesta anche ai fini della detrazione con un camabiamento della norma. Pertanto se ne raccomanda la redazione e l’invio nei termini previsti.

Ricordiamo il servizio che abbiamo predisposto per i vostri clienti consultabile qui

Info:  
Anna Dedato - Coordinatore CNA Installazione e Impianti e CNA Costruzioni 055/2651576 - 3397196998 - adedato@firenze.cna.it
Condividi