Centri di revisione al palo per un paradosso burocratico

“… la temporanea sostituzione del responsabile tecnico – già previsto dal D.M. 30.04.2003 – non è più compatibile con la vigente normativa… nel caso di assenza o impedimento dei responsabili tecnici autorizzati, Codesti Centri, qualora dispongano di più soggetti abilitati, potranno avvalersi unicamente di altri responsabili tecnici; in caso contrario il Centro non potrà effettuare operazioni di revisione…”

E’ il testo della PEC che la Città Metropolitana di Firenze ha inviato il 01 agosto a tutti i Centri Revisione fiorentini.

Ed è proprio ciò che cercavamo di evitare! La lettera inviata da CNA al Ministro Toninelli il 12 luglio u.s. voleva infatti evitare anche questo: prima di procedere alla paralisi di alcune attività esistenti, chiedevamo di conoscere come poter formare i nuovi ispettori.

In base alle legge, dunque, ad oggi i Centri con un solo Responsabile tecnico potranno continuare a lavorare solo in sua presenza.

Cna è già al lavoro per far modificare tempestivamente questo paradosso burocratico. Vi informeremo tempestivamente su ogni novità.

Condividi