Gli 11 comuni dell’Unione stanno adottando delibere che consentono alle imprese imprese di Somministrazione (Bar e Ristoranti), nonchè Gelaterie, Pizzerie a taglio, Gastronomie ed in taluni casi anche semplici esercizi di vendita al dettaglio alimentare, di recuperare parte dei posti a sedere persi con l’adozione dei protocolli ANTICOVID 19 all’inteerno dei locali.

In pratica, è possibile concedere alle imprese alimentari, di occupare il suolo pubblico (di norma senza pedana con semplici tavolini e ombrelloni posizionati su strada ) prospicente l’azienda, con un numero di posti a sedere che compensano i posti a sedere persi all’interno, con iter di concessione estremamente semplificato e soprattutto in forma ( di norma) gratuita.

I Comuni più popolosi dell’unione hanno già deliberato in tal senso e gli altri stanno deliberando in questi giorni.

L’occupazione potrà durare fino alla decadenza delle linee guida per il contenimento del Covid-19 ed al ripristino dei posti interni ante covid.

Non è stato possibile, per i differenti regolamenti urbanistici, ottenere delibere omogenee tra i comuni, ma in tutti i casi le procedure sono estremamente semplificate.

Le imprese interessate possono contattare il SUAP del proprio comune per reperire delibere e relativi moduli.

Di norma, non vi sono problemi se le imprese si limitano a richiedere l’occupazione del fronte strada prospicente le prorpie vetrine; cosa diversa se richiedono parti prospicenti altre attività o magari dal lato opposto della carreggiata. Altro problema è se l’occupasione restringe la carreggiata al di sotto dei limiti di legge per la circolazione di autoveicoli.

Quasi sempre vi è un sopralluogo della Polizia Munnicipale per verificare la regolarità dell’occupazione

INFO: empolese.valdelsa@firenze.cna.it