Valdarno Fiorentino, 5 milioni per le PMI per superare il Coronavirus

Un’inziativa di Credito Cooperativo Valdarno Fiorentino in collaborazione con ACT e ITALIACOMFIDI su spinta di CNA Firenze

Considerato che il territorio del Valdarno Fiorentino, assieme a una forte vocazione all’esportazione, è caratterizzato dal commercio internazionale con la Cina, dalla presenza di numerose PMI della filiera della moda, da attività che direttamente o indirettamente hanno rapporti con clienti provenienti dall’Estremo Oriente, come esercizi commerciali, alberghi, ristoranti ed altre attività legate al turismo; che la crisi sanitaria connessa al manifestarsi dell’epidemia del c.d. “Coronavirus” ha drasticamente diminuito la presenza di clienti sia stranieri che italiani nella zona di competenza della banca, con notevole danno alle imprese residenti; che tale crisi sta pregiudicando l’attività economica delle imprese, ormai non solo di quelle che hanno rapporto di import/export con l’Estremo Oriente, ma della quasi totalità delle stesse; il Credito Cooperativo Valdarno Fiorentino in collaborazione con ACT e ITALIACOMFIDI intende offrire finanziamenti alle PMI con le seguenti di modalità di massima:

Mutui chirografari assistiti da garanzie dei Consorzi Fidi di ammontare massimo di € 50 mila per azienda, con 6 mesi di preammortamento e rimborso in massimo 60 mesi oltre il preammortamento, alle condizioni economiche agevolate tempo per tempo previste dalle convenzioni in essere tra la Banca ed i Confidi.

La banca mette a disposizione per ora un primo plafond di € 5 milioni.

Nei prossimi giorni le strutture commerciali della banca e dei confidi inizieranno a contattare le imprese del territorio che comunque si possono già rivolgere agli sportelli della banca di Reggello, Figline, Incisa e Rignano sull’Arno o ai referenti dei Confidi

Condividi