CNA-SNO odontotecnici: in 200 a convegno a Firenze

Circa 200 odontotecnici hanno partecipato sabato 7 ottobre al convegno di CNA-SNO Area Centro che si è svolto a Firenze al Centro Congressi al Duomo. Un evento molto partecipato e che ha visto alcuni dei migliori esperti e tecnici nazionali del settore intervenire per parlare di “Innovazione e riorganizzazione dei processi produttivi”. Quella dell’odontotecnico è una professione in continuo mutamento si tratta di artigiani, spesso invisibili, ma determinanti per la nostra salute. Una giornata intensa quella di oggi ricca di contenuti: al centro le nuove tecnologie che sempre di più stanno diventando protagoniste in questa professione, la condivisione delle conoscenze e la formazione dei giovani e coloro che praticano da tempo questa professione. Il tutto in attesa di una nova normativa nazionale per il settore. 

L’iniziativa è stata organizzata da CNA SNO con il patrocinio di Or.tec, Renaipo, Regione Toscana e il sostegno di APA Amici per l’Africa e soccorso Odonto-Stomatologico. Numerose sono state le presenze prestigiose tra esperti odontotecnici e medici tra loro il Prof. Ettore Epifania e il Prof. Sergio Bortolini e i tecnici d’eccellenza Carlo Montesarchio, Carlo Borromeo, Alessandro Arnone, Francesco Serra, Roberto Iafrate e Francesco Ferretti. Numerose anche le autorità presenti, a fare gli onori di casa il Presidente di CNA Toscana Luca Tonini con lui il Professor Paolo Parriniello Referente Nazionale Renaipo, il Presidente Nazionale CNA SNO Francesco Amerighi, il Responsabile Nazionale CNA SNO odontotecnici Cristiano Tomei, il Direttore Struttura Complessa Soc Odontoiatria Empoli Prato Pistoia presso la USL Toscana Centro Luca Lillo. 

“Quello di oggi a Firenze è il secondo appuntamento dopo quello dell’Area nord che si è svolto a Milano, il terzo si svolgerà a Palermo il 4 novembre – spiega Francesco Amerighi Presidente nazionale CNA SNO -. L’incontro, la condivisione, il confronto, sono fondamentali per la nostra professione per questo abbiamo deciso di organizzare ben tre appuntamenti in quest’anno. Il nostro obiettivo è quello di avere bravi odontotecnici che sappiano fare anche impresa. Inoltre, dobbiamo riaffermare il nostro spazio professionale che la scuola che abbiamo frequentato ci ha dato alla quale dobbiamo unire, come elemento centrale la specializzazione e formazione”.