fbpx
mercoledì, Luglio 24, 2024
Associati online

Che impresa per le donne

Fondazione Finanza Etica promuove “Che impresa per le donne!”, bando di sostegno a fondo perduto a micro e piccole imprese femminili.

Il finanziamento complessivo è pari a 137mila euro e l’importo massimo per ciascun contributo ammonta ad euro 25mila.

Beneficiari

Possono fare domanda:

  • società cooperative e società di persone, costituite in misura non inferiore al 60 per cento da donne;
  • imprese individuali gestite da donne che operino nei settori dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura, del commercio, dell’arte, della cultura, del turismo e dei servizi.

Le imprese devono essere:

  • costituite da non più di 60 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  • di micro e piccola dimensione.

Sarà inoltre valutato il grado di imprenditorialità giovanile sulla base della natura giuridica dell’impresa e della percentuale delle persone giovani presenti tra le persone amministratrici o titolari o socie dell’impresa secondo la seguente tabella:

Per imprenditoria giovanile si intende la definizione normata dalla Legge 95/1995, art.1. Si definiscono pertanto imprese giovanili quelle costituite prevalentemente da giovani tra i 18 e i 29 anni, ovvero formate esclusivamente da giovani tra i 18 e i 35 anni.

Iniziative ammissibili

Con il bando in oggetto si intende avviare una iniziativa di finanziamento a titolo di liberalità per il sostegno in conto capitale rivolta a imprese femminili (ai sensi dell’art. 2 comma a) L. 215/1992) per:

  1. spese per interventi di efficientamento energetico e investimenti in beni strumentali di mobilità sostenibile, collegati all’attività economica, e acquisto di servizi di assistenza per attività di marketing e comunicazione
  2. formazione post-universitaria.

Sono ammesse le spese per:

Punto a)

  1. interventi sugli immobili: eliminazione delle barriere architettoniche, incremento dell’efficienza energetica;
  2. acquisto di mezzi di mobilità sostenibile, strettamente necessari all’attività, purché dimensionati alla effettiva attività;
  3. acquisto di servizi di assistenza per attività di marketing e di comunicazione.

Per i mezzi di mobilità sostenibile, in sede di controllo ex post, dovrà essere dimostrata, oltre che la corretta iscrizione in bilancio, la loro effettiva immissione nel ciclo di produzione e/o utilizzazione nell’ambito dell’attività di impresa.

Punto b)

  1. attività di formazione post-universitaria (master) per personale dipendente e/o amministratori/trici della società.

Contributi

Il finanziamento complessivo è pari a 137.000 euro.

Importo massimo per ciascun contributo: 25.000 (venticinquemila) euro.

Procedure e termini

Le proposte, corredate di tutta la documentazione richiesta, devono essere inviate esclusivamente tramite PEC all’indirizzo bandi.fondazione@pec.it.

I progetti devono essere inviati entro e non oltre le ore 13:00 del 30 novembre 2021.

Al termine della prima fase di valutazione saranno individuate le proposte da ammettere alla fase successiva. I documenti della seconda fase di valutazione dovranno essere inviati esclusivamente via pec entro e non oltre le ore 13:00 del 11 febbraio 2022. Al termine della seconda fase, la Fondazione procederà a una ulteriore valutazione delle proposte di progetto, individuando quelle da sostenere.

PER INFORMAZIONI : agevolato@firenze.cna.it    

Articoli collegati

Rimaniamo in contatto

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli

Contatti

INDIRIZZO

via Luigi Alamanni, 31 - 50123 Firenze (direzione)

INDIRIZZO

via Luigi Alamanni, 31 - 50123 Firenze

Telefono

+39 055265141

Email

infocna@firenze.cna.it