CNA Firenze

Menų di navigazione rapido

Logo del CNA di Firenze

giovedė, 24 maggio 2018

Fabrizio cecconi è il nuovo Direttore di CNA Firenze Metropolitana

24/5/2018

Cambio della guardia in CNA.

Da oggi il nostro direttore è Fabrizio Cecconi.

64 anni, di Reggello di cui è stato ...

 

Dichiarazione dei redditi: continua la campagna 730

24/5/2018

Come ogni anno CNA Firenze, attraverso il proprio CAF - Centro di Assistenza Fiscale, fornisce il servizio di assistenza alla ...

 

UptoYouth sbarca a Firenze

23/5/2018

UptoYouth, il corso di formazione gratuito per aspiranti imprenditori under35 sarà a Firenze il 6, 7 e 8 giugno.

UptoYouth è ...

 

"La dimensione del silenzio", personale di Renzo Del Lungo

23/5/2018

Segnaliamo con piacere "La dimensione del silenzio", personale di Renzo Del Lungo, pittore e vicepresidente vicario di CNA Firenze Pensionati. ...

 

L'8 e 9 giugno a Firenze il Festival del marketing. FMX, un'iniizitiva in partnership con CNA Firenze Metropolitana

22/5/2018

Siamo lieti di invitarti a FMX, un evento organizzato da Eda Servizi, Impact Hub, Lama, Mup Academy, Studio Riprese Firenze ...

 

04/08/2011

RETE Imprese Italia sollecita l’immediata introduzione del regime dell’IVA per cassa fino a 2 milioni di euro di fatturato

 euro

 

In occasione di una recente Audizione presso la XIV Commissione della Camera dei Deputati Rete Imprese Italia ha sollecitato l’immediata adozione della disciplina dell’Iva per cassa prevista dalla Direttiva UE 2010/45.
Il regime comunitario a cui Rete Imprese Italia chiede che il Paese si allinei è applicabile a tutte le imprese con volume di affari fino a 500 mila euro, innalzabili a 2 milioni di euro pervia autorizzazione della Commissione, ed è applicata a tutte le operazioni Iva effettuate e ricevute dalle imprese che aderiscono.
In sostanza la sua adozione consentirebbe di superare il principale limite del regime speciale attualmente in vigore in Italia, ovvero il fatto che dal suo ambito di applicazione è per ora esclusa la maggior parte delle imprese manifatturiere che lavorano su commessa di aziende di grandi dimensioni. La possibilità di agganciare il pagamento dell’IVA all’ effettivo incasso è attualmente concessa alle sole imprese con volume d’affare fino a 200 mila euro, e anche in passato CNA Produzione ne ha chiesto più volte l’innalzamento.
La Direttiva circoscrive il regime della “cassa” all’impresa che opta per questa metodologia di liquidazione.
Prevede, infatti, che la detrazione dell’imposta pagata sugli acquisti sia sempre legata al pagamento del corrispettivo al fornitore e, per quanto riguarda l’esigibilità sulle fatture emesse, questa è legata all’incasso del corrispettivo: si ha pertanto un’assoluta simmetria tra diritto alla detrazione dell’imposta assolta sugli acquisti e esigibilità dell’imposta sulle vendite.

 

(Notizia consultata 23 volte negli ultimi 4 mesi)

Esegui la login per lasciare un commento